Copia di Copia di Lago di Costanza (Bodensee)- Cinghialemarino.it

Cinghialemarino.it

Lago di Costanza (Bodensee) e l'incontro con la Jura


Relitto JURA - Lago di Costanza
La voglia di Storia e Relitti, questa volta, ci ha condotto al confine tra Svizzera e Germania nel lago di Costanza (Bodensee).
L'obiettivo è il relitto della Jura.
Kreutzlingen (CH), 2-3 Gennaio 2009.


 
Storia in pillole
La Jura viene varata il 27 Luglio 1854 nei cantieri Escher-Wyss. Prende regolare servizio sulla tratta Yverdon-Neuchâtel, sull'omonimo lago.
Nel 1858 è vittima di uno speronamento ad opera del battello "Rhône": rimane a galla, ma subisce gravi danni alla caldaia. Nel 1861 viene ceduta alla Dampfboot - AG, una società di navigazione che operava sul lago di Costanza. La Jura, smontata per il trasporto, venne destinata a sostituire il battello “Ludwig”, affondata in seguito a una collisione con il NOB – Dampfer “Zürich”.

 
Affondamento
Il 12 Febbraio 1862, la Jura affonda al largo di Kreutzlingen proprio a causa di una collisione dovuta alla densa nebbia con il sopracitato Zürich. Nel naufragio perì un membro dell'equipaggio, mentre i passeggeri vennero tratti in salvo dallo stesso Zürich.
Il Relitto della Jura rimase sul fondo del lago fino agli anni settanta, quando la determinazione e la caparbietà di Hans Gerber lo riportò alle cronache. Da allora, è possibile visitarlo attenendosi, però, alle rigide regole imposte dalle autorità locali.
Il nostro Viaggio
Il freddo della notte mi da la sveglia. I chilometri sono tanti, ma le ore volano chiacchierando con Lorenzo: subacquea, relitti, immersioni e un po' di calcio (ovviamente, neanche a dirlo, il Genoa e Milito la fanno da padroni n.d.r.)
Arriviamo a Kreutzlingen giusto in tempo per il nostro appuntamento con Hans Gerber, che ha accettato di accompagnarci personalmente sul sito della Jura.
Hans
Hans Gerber ci accoglie nel porticiolo deserto.
Preparativi
Si scarica e assembla l'attrezzature
Briefing
Hans ci ragguaglia sull'immersione
Temperatura... polare
La barca di metallo foderata di ghiaccio
Il Rebreather di Lorenzo
Il Rebreather dell'altro Lorenzo
In navigazione
Verso il punto di immersione
La Jura
La navigazione è breve. Hans getta una rapida occhiata ai suoi riferimenti e fila nel lago il pedagno. Pochi minuti e siamo in acqua.
La visibilità, nonostante il freddo, non è buona. Lorenzo inizia a catturare dettagli con la sua macchina fotografica.
Il relitto è molto ben conservato: il buio, il freddo e l'acqua dolce hanno protetto il fasciame ed i dettagli dell'imbarcazione. Splendida!
La prua
Supporti scialuppa di salvataggio
Dettaglio supporto scialuppa
Il Nome restaurato
Lorenzo fotografa all'interno
Salpa ancore
Toilette
Bitte per l'ormeggio
In decompressione
Torniamo in porto e diamo appuntamento all'indomani ad Hans per il secondo tuffo. 
Le ossa gridano vendetta e ci tocca, con grande dispiacere, ritemprarle al caldo di una deliziosa birreria a Kostanz.
Torniamo al nostro alloggio per riposare. Il Bodensee ci saluta e ci attende per l'indomani.